ITS Maker: dove i concetti sulla lavagna prendono vita

concetti

 

Una delle strategie più efficaci per imparare è il saper fare, abbinando la pratica allo studio della teoria.

Ed è proprio il Learning by doing il metodo di studio applicato ai corsi ITS Maker, percorsi biennali rivolti ai diplomati della scuola secondaria superiore e agli studenti universitari che intendono conseguire un impiego rispondente alle proprie aspettative professionali.

Ne abbiamo parlato con uno studente, Simone D’Autilio, 20 anni, allievo ITS Maker Meccatronica e Automazione Industriale (RE).

Cos’è il learning by doing?7   

Sono molto contento della mia scelta e la consiglio caldamente perché ITS Maker offre corsi che combinano lezioni teoriche con lezioni pratiche nei laboratori, dove si impara a dar vita ai concetti scritti sulla lavagna”.

Chi sceglie ITS Maker simula in molti modi diversi le attività lavorative eseguite in azienda, fino alla vera e propria esperienza di stage sul campo, che occupa il 40% delle ore totali del percorso.

Gli studenti, per tutta la durata dei corsi, vengono inoltre supportati da attività di tutorship e coaching, al fine di individuarne le attitudini specifiche, accrescere le competenze ed accompagnarli fino all’ingresso nel mondo del lavoro.
I numeri non hanno bisogno di ulteriori spiegazioni: il 100% degli studenti è occupato a un anno dal diploma.

ITS Maker: la scelta vincente!